domenica 2 settembre 2012

Cake al pesto e pinoli




Così è arrivato Settembre. Già, è incredibile. Come al solito, come ogni santa estate, il tempo mi è scivolato di mano, non me ne sono accorta. E’ sempre così, ormai mi conosco. A metà agosto inizio sempre a pensarci, poi quando si avvicina la data, è come se non volessi seguire il calendario, come se potessi fermare il tempo, premere stop.


Settembre, un mese particolare, del tutto diverso dagli altri. Un mese che si spezza in due, che unisce la vacanza con gli impegni che noi tutti conosciamo, che passa in un battibaleno, che non lascia il tempo di riflettere. Ho sempre pensato, per me è tutt’ora così, che l’autunno iniziasse con il primo di questo mese. In teoria non è corretto, perché tutti sappiamo che quello astronomico parte più tardi, ma io ho sempre voluto credere che fosse così. Infatti ho sentito fin da piccola la differenza, il passaggio tra le due stagioni. Pare impossibile, ma qui da me, quando arriva Settembre, tutto cambia. Il tempo, in primis. L’aria diventa frizzante, anzi fredda direi, il sole diventa debole, la valle ritorna calma. Solo i vacanzieri settembrini passeggiano qua e là. Nei prati iniziano a sbocciare i crocus, che secondo la tradizione, promettono tanta neve per quest’inverno. Non si può più dormire con la camicia da notte leggera, bisogna mettersi il pigiama lungo, rimboccarsi il piumone. Vestirsi bene se si vuole uscire, perché se fino a due giorni fa potevi tranquillamente uscire con canottierina e mini-shorts, oggi ti ci vuole proprio una bella giacca. Ed è questo che ti fa capire che basta, l’estate è al termine, perché ci sono sbalzi di temperatura di 10-15 gradi, che creano scompiglio e tu devi abituarti, comunque.
Questo è il corso della natura, noi non possiamo che assecondarlo, in qualche modo. Già, ora rimpiango i momenti in cui potevo godere del caldo del sole, e adesso invece ho brividi anche se indosso una felpa invernale e i calzini di lana. A me però, l’autunno piace, purtroppo l’ho scoperto tardi. Infatti fino a pochi anni fa non lo sopportavo, il motivo credo non debba essere citato. Poi però mi sono resa conto di quanti pregi possieda questa stagione, dai colori caldi, dalla natura che si trasforma, ho scoperto la sua bellezza. Per fortuna. Vi dirò, è probabile diventerà la mia stagione preferita, o forse lo è già.

Allora potrete chiedervi perché questo cake verde, che sembra rappresentare più l’estate. Ecco, è una storia lunga, e buffa. Diciamo che avrei voluto tanto riuscire a fare un pic-nic settembrino questo week-end. Non importava se avremo dovuto adeguarci. L’importante era riuscire a passare del tempo all’aria aperta. l’idea mi piaceva da morire. Al lago, in montagna o chissà dove. Il tempo però non ha voluto ascoltare il mio desiderio, perché ha fatto come ha voluto. Vento, pioggia, chi più ne ha ne metta. La previsione del pic-nic felice era quindi molto chiara. Io però (sono diventata molto più ottimista ultimamente) ho voluto comunque provarci. 

Quindi ho fatto questo cake, una delizia unica, in modo da avere tutto pronto se un improvviso cambiamento si sarebbe fatto avanti. Un cake salato, che può sembrare un pane, ma non lo è. Dal gusto deciso, morbido e soffice come se fosse dolce. Buonissimo. Il pesto vero, home-made, regalatomi da un'amica genovese (pensate quindi che bontà), che non assomiglia neanche lontanamente al mio, ha reso il tutto speciale. Poi i pinoli tostati, che danno un aroma e un carattere tutto loro. Infine il vero gruyère, che finalmente ho trovato anche qui da me, miracolo, e si sa, non può mancare.
 La situazione metereologica sembra piuttosto stabile. Non ci sono novità. Io però intanto mi sono organizzata, mai dire mai (se notate dalla seconda foto, il cestino è pronto=)). E se questo cake lo gusteremo in un bel prato con il sole, oppure nella nostra baita a 2000 m, fa lo stesso. Sarà bello e buono comunque.


Due paroline sulle foto. Mi ritengo abbastanza soddisfatta, dato il tempo uggioso e la carenza di luce. Ho provato un nuovo stile, all white, così lo chiamo io. Non è male, dai. Devo perfezionarlo. Voi che ne dite?!




Cake al pesto e pinoli
tratta e modificata dal libro Cakes dolci e salati, Ilona Chovancova

ingredienti:

180 g di farina, setacciata
3 uova
un dl di latte parzialmente scremato
mezzo dl di olio evo
100 g di gruyère, gratuggiato ( io 80 g )
3 cucchiai di pesto casalingo
una manciata abbondante di pinoli
una bustina di lievito
sale
pepe

Scaldare il forno a 180°. Tostare i pinoli in una padella antiaderente senza aggiungere nessun grasso. Imburrare e infarinare con cura uno stampo da plum-cake.  In una ciotola, sbattere leggermente le uova, con l’olio, il latte e il pesto.  Aggiungere poi la farina, il gruyère e i pinoli tostati. Salate leggermente e pepate. Mescolare e incorporare delicatamente il lievito. Versare l’impasto nello stampo e infornare. Cuocere per 40-45 minuti. Lasciar raffreddare prima di sformare.

Note:
-usate, mi raccomando, un pesto fatto in casa. Non compratelo,se siete abituati a fare così, davvero, rovinerà il risultato. Fidatevi, vale la pena farlo da sé.

-ho usato meno formaggio perché non volevo risultasse troppo salato il cake, ma credo che quei 20 g non cambino nulla, sia se li omettete o che li aggiungiate.

-ho cotto meno il cake rispetto al tempo segnato sulla ricetta. Infatti nel mio caso 50 minuti sarebbero stati troppi, ma tenete presente che ogni forno è diverso.

-potete conservarlo nella pellicola, ben imballato. Quindi, si può fare tranquillamente il giorno prima.




Buona domenica a tutti!

29 commenti:

  1. deve essere buonissimo questo cake, complimenti anche per le foto
    un bacione
    sabina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Sabina, sì, era davvero delizioso!=)
      Un bacio anche a te=)
      M.

      Elimina
  2. Le foto mi piacciono molto! E il cake pure! :D Me lo segno ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Vale!
      Sono proprio felice ti piacciano le fotine, bene bene=) in quanto al cake, sì, ne vale la pena! Se poi lo provi fammi sapere dai=)
      A presto!=)
      M.

      Elimina
  3. Buongiorno carissima :)
    Io adoro i cake salati e quelli della Chovancova sono sempre una sicurezza!

    Io amo settembre, forse perchè non amo l'estate, forse perchè non posso stare ferma, ma ti dirò, sapere che da venerdì torno all'università per gli esami..nonostante sia una tragedia, mi fa stare bene, ho sempre bisogno di tenere testa e corpo impegnati in qualcosa. :)

    Passando a te.. Marti queste foto mi piacciono molto, sono molto luminose e poi il verde del cake con quel bianco ci sta proprio bene :)
    Buona domenica a te, cara :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ile cara, ciao!! Hai davvero ragione, quei cake sono uno più buono dell'altro, non so mai quale scegliere=)
      Sai, nemmeno io l'amavo così tanto l'estate. Ora però la apprezzo sempre più, forse perchè da me è freddo 10 mesi all'anno. Adesso però mi piacciono tutte le stagioni, davvero.

      Sono felice ti piacciano gli scatti, è proprio vero che stanno bene insieme i due colori.
      A presto Ile, un abbraccio
      M.

      Elimina
  4. Buongiorno Martina! Mamma mia come mi ritrovo in quello che hai detto! Io adoro l'estate: quando tutti si lamentano dell'afa e del caldo io gioisco...sarà perché abbiamo talmente poco tempo di sole e di caldo, rispetto ai mesi freddi, che io alla fine dell'inverno sento proprio la necessità del calore sulla pelle, che mi penetri nelle ossa, in maniera da accumularlo per la stagione fredda... Anche per me l'inizio di settembre ha sempre rappresentato la fine dell'estate, il passaggio dalla vacanza agli impegni (probabilmente è ancora un retaggio dei tempi dettati dalla scuola prima e poi dall'università, perché con il lavoro non sempre ho fatto vacanze in estate...). Comunque come a te, mi piace l'autunno, per i colori, per le giornate di sole più pallido, ma che è ancora in grado di scaldare...sì peccato che qui da me in questi giorni si è passati da 40° a 10° :(
    Divagazioni sul tempo a parte, questo cake è strepitoso e le foto mi piacciono molto! Fai benissimo a sperimentare! :)
    Buona domenica!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Eli! Per me è lo stesso, identica cosa. Se mi dici che allora faccio bene continuerò con questo stile, sono contenta che vi piaccia. E' diverso dal mio solito, ma è bellino. In quanto a sbalzi, non mi dire, anche qui è stato così. Giacchette, piumini light e avanti, bisogna coprirsi bene!

      A prestissimo cara, grazie di tutto, un bacione =)
      M.

      Elimina
  5. Questo cake m'ispira davvero molto,e dubito che ci sia un posto dove possa non essere bello e buono,considerando che appare così anche dalle foto! Me lo segno!:) buona domenica!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Peanut! benvenuta=) sì è vero, va bene ovunque ci si trovi, campagna, mare, montagna... Se lo proverai, fammi sapere come ti è sembrato. Vedrai, non rimarrai delusa!
      Ti aspetto ancora, a presto
      M.

      Elimina
  6. innamorata del cestino :) ma ciao!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Baaaaaaaaaabas! Quanto son felice di sentirti, mi sei mancata da morire=) Sono felicissimi tu sia tornata, che bello! Il cestino?! sì è carinissimo, vero.
      A presto cara,

      ps. non riesco a vedere i nuovi post che hai pubblicato (val pusteria..), nemmeno da latri pc?! E' un problema mia oppure è qualcos'altro?! =(

      Sappimi dire per favore, un bacio grande
      M.

      Elimina
    2. Mamma mia che dislessica sono, scusate ma a volte scrivo così veloce e sbaglio un sacco di parole. Mannaggia a me!! =)

      Elimina
  7. Speriamo davvero che i crocus portino la neve...non vedo l'ora!!!
    Credo proprio che ruberò un vasetto di pesto alla mia amica (già, anche io ne ho una di Genova)e proverò questa ricetta perchè mi ispira un sacco :D
    bacione

    p.s.:bellissimo il sottopentola

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì Silvia, speriamo, l'inverno scorso non ce n'era! sì, guarda, se hai un'amica, chiedilo a lei, perchè come saprai è un'altro mondo!
      Quando la proverai, fammi sapere come ti è sembrato!
      a presto cara, bacioni

      ps.il sottopentola è bellissimo, proviene da uno dei tanti mercatini vintage che visito...quello a dire la verità è della mamma! =P

      M.

      Elimina
  8. Quel libro lo adoro ;)
    E, comunque, l'estate è così. Arriva e la detesti. Se ne va e ti disperi. Condivido le tue parole :)
    A me l' "all white" piace molto. Rispecchia il mio gusto minimal, quindi lo approvo decisamente!

    Un bacione cara!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pure io!=D E io condivido le tue di parole, come sempre. E' vero, effettivamente ti rispecchia molto come stile, beh, sono felice ti piaccia! =)

      Un bacio anche a te, a presto bella
      M.

      Elimina
  9. Io invece amo l'autunno, e tutto quello che si porta con sé. E parlo dell'aria fredda CON il sole tiepido, quando si va in giro ben coperti a catturare qualche raggio di quel bel tepore. Ma confesso che quest'estate, per come è stata, mi mancherà. Ottimo cake e ottime le foto, piace anche a me questa prova!

    un bacio :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Marti, il tuo ottimo ha un valore immenso per me. Non è un ottimo normale. E' L'ottimo di Pips, che sia ben chiaro! Grazie comunque, cara.

      Anche io, come ho detto sto apprezzando sempre più questa stagione. E alla fine indossare maglioni, giacche e quant'altro è sempre bello. Grazie anche per il cake, a presto Marti,
      un abbraccio
      M.

      Elimina
  10. Risposte
    1. Sì Arianna, è davvero favoloso!=)
      bacio
      M.

      Elimina
  11. Il verde ricorda il colore dei prati rigogliosi d'estate, il bianco quello dei prati innevati... L'abbinamento è significativo e molto raffinato... Chiederò a mia mamma di fare il pesto così sperimenterò il cake.. Grazie per lo spunto :)
    A presto... :)
    A.
    Ps. É vero, il sotto pentola é elegantissimo..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao A., sì, dai provalo e poi dimmi il risultato. Per i colori, è vero, non ci avevo nemmeno pensato. Hai ragione è significativo...diciamo che manca l'azzurro e poi sarebbe diventato un cake ladino!=) hihi

      special hug z.T.

      M.

      Elimina
  12. l'all white è quello che preferisco, infatti anche io mi sono buttata su questo style perchè ritengo che risalti il cibo, sia elegante chic e comodo:-) ora mi manca una tavola bianca come base....dovrò scardellare qualche mobile!!ps: perchè non fai un favore a chi commenta le tue bellle ricette levando il codice captha? questa è la quarta volta che tento di scriverti:-((

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero, chic e comodo( più o meno =)). io la tavola ce l'ho da un mesetto, ma ne è valsa la pena, a volte, cambia proprio tutto!=)

      In quanto al codice, mi dispiace, non sapevo nemmeno fosse impostato, ho provato a modificare l'impostazione, credo di aver rimediato, prova e dimmi, altrimenti mi dovrete dire come si fa. Anche da Marce è così, e anche io a volte ci metto un'eternità, ma non era mia intenzione,mi dispiace. farò del mio meglio per togliere tutto.

      M.

      Elimina
  13. Ho imparato ad amare l'autunno con il tempo, adesso è una delle stagioni che preferisco, per il clima, i colori, per i prodotti che ci regala la terra ...
    Questo cake è l'ideale per un pic nic, davvero gustoso!
    Adoro le tue foto white... quella con il cestino in particolare!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai che è proprio così Lizzy, l'autunno si impara ad amare con il tempo, in certi momenti della vita. Sì, l'idea iniziale era quella del picnic ,vero che era carina?! vabbuo, sarà per la prossima!
      Davvero ti piacciono le foto?! Bene, sono felice, e quella con il cestino è speciale=D

      ps. tanti complimenti per esser stata segnalata da S&P, la prima cosa che faccio è sempre guardare la pagina dei foodblogger, e ti ho vista da subito! Brava=)

      un bacio, a presto
      M.

      Elimina
  14. Che bella sorpresa, mi sono imbattuta nel tuo blog seguendo questa invitante ricetta... Complimenti per le foto, le ricette e i tuoi racconti, che seguirò con piacere!
    A presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Ilenia, è un piaciere! Sono felice ti piaccia questo mio piccolo spazio! Grazie davvero.=)

      Ti aspetto ancora allora, molto volentieri,
      a presto
      M.

      Elimina