sabato 4 agosto 2012

Scones al mais ripieni di marmellata di ribes





Ok, forse l’avrete capito. Sono completamente pazza dei dolci inglesi. Eh sì, non c’è niente da fare.  Non so perché, ma ho sempre avuto un particolare interesse per l’english style. Inoltre, dispiace dirlo, ma credo sia davvero l’unica cosa in cui ci sanno fare, e nei quali probabilmente possiedono una marcia in più. I crumble, cupcake, shortbreads...mi piace tutto, fatta eccezione per i pudding.


Di solito mi succede questo: viaggio con la mente. Infatti quando addento una di queste piccole delizie inizio a sognare, immaginare una vita che non c’è. Mi trovo in un cottage della campagna inglese, di quelli piccoli, rustici, col caminetto. Piove, piove tanto. Il cielo è grigio e coperto. Io mi trovo nel salotto, distesa sul divano e avvolta da una calda coperta. In mano una calda tazza di tè fumante, nell’altra un libro di Sophie Kinsella. Dalla cucina, di quelle vintage, con le credenze azzurine e il piano di lavoro sporco di farina, proviene un dolce profumo. Gli scones sono nel forno, belli, gonfi, quasi pronti per essere estratti. Dopo poco corro in cucina, prendo il guanto da forno a quadrettini rossi e bianchi e spegnendo il tutto, tolgo la teglia, facendo attenzione. La stanza si riempie immediatamente di un magico profumo di marmellata, e subito dopo viene raggiunto da quello dei biscotti. Ancora caldi, li metto su una gratella.  Li guardo e sorrido. Non c’è niente di più bello. Appena freddi ne prendo un paio, su un piattino antico, di porcellana bianca e blu. Preparo il set, vado vicino alla finestra e scatto la foto, buia ovviamente, la luce non c’è. Dopo le mie considerazioni, addento un piccolo boccone di biscotto. In ginocchia, come una bambina, guardo fuori dalla finestra e contemplo il paesaggio. La stradina sterrata è deserta, tutto è silenzioso. Improvvisamente una voglia pazza mi assale, quella di uscire, andare a respirare l’aria fresca e umida. ‘Ma piove…’ dico tra me e me. Poi però ci penso, o meglio non rifletto. Prendo l’obrello, indosso mantella e galosce e con uno scone per farmi compagnia, esco, corro, entro nelle pozzanghere, come quando ero piccola, mi fermo, respiro e sorrido.

Non so se tutto questo rimarrà solo un sogno, oppure prima o poi riuscirò a vivere questi momenti, sono uan sognatrice vero?! Sì, e lo faccio da poco. Prima ero sempre realista, ma una volta che si impara, non si riesce più a smettere.

Ecco gli scones del mio film, fatti con la farina di mais e la marmellata di ribes che ho preparato con nonna. Un dolce semplice, rustico, non troppo dolce. Effettivamente nelle mie foto c’era un po’ di luce anche se il cielo era coperto. Ho provato un altro stile, che devo migliorare ed elaborare…lo scatto di ieri ovviamente era tutt’altro pianeta, ma secondo me sono due cose differenti. Questo non è male però.





Scones al mais ripieni di marmellata di ribes


Ingredienti:

per 10 scones

220 g di farina, setacciata
90 g di farina di mais
70 g di zucchero di canna grezzo (meglio se cassonade)
1 bustina di lievito per dolci (io bio)
80 g di burro ammorbidito
1 uovo grande
6 cl di latte
1 pizzico di sale
marmellata di ribes (o fragole, quella che preferite)

Preriscaldare il forno a 180°. In una ciotola mescolare le farine, lo zucchero, il lievito e il sale. Incorporare il burro a pezzettini impastando poco, lasciando insomma il tutto molto bricioloso.
Nel frattempo in un'altra ciotola sbattere l’uovo con il latte. Versarlo poi nell’altra ciotola e impastre bene e con energia, fino ad ottenere una palla omogenea. Stendere l’impasto ottenuto su un piano di lavoro infarinato, con uno spesso di circa 1 cm. Ricavare 20 scones con lo stampino adatto e metterne 10 sulla placca da forno rivestita di carta oleata. Porre al centro di ogni biscotto un cucchiaio scarso di marmellata, facendo attenzione a non esagerare troppo,altrimenti in cottura uscirà. Coprire poi ogni scone con quelli restanti e premere bene ai bordi, sigillando la chiusura. Una volta pronti infornare per 15-20 minuti, quando assumono un colorito ambrato ma sono ancora chiari significa che sono pronti. Eventualmente per controllare la cottura usate uno stuzzicadenti. Lasciarli raffreddare prima di servirli.


Note:
-          io ho usato la farina di mais tipo fioretto, quindi molto sottile, la più adatta per la preparazione di dolci. Potete provare anche con una farina più grezza, però mi raccomando non con quella per polenta istantanea.

-          Non essendo i biscotti molto dolci ( a me piacciono così) si può eventualmente spolverizzare dello zucchero a velo sulla superficie dei biscotti.




Buon week-end a tutti!

7 commenti:

  1. Ma quanto sei brava a scrivere no come me parlo poco esprimo me stesso con altro come ho sempre fatto sono rimasto incantato dal tuo racconto a base di scones
    Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! sai, grazie mille per i complimenti su come scrivo, anche se non sembra, è da poco che mi piace, poi se inizio non finisco più... e comunque come dici tu ci sono anche altri modi per esprimere le proprie emozioni... grazie in qualsiasi caso=)

      Buon we
      M.

      Elimina
  2. Mi sembra tutto perfetto nel tuo film, quasi da favola :)) E questi scones lo sono ancora di più! Bacio <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pipsssss! Sì sì, è proprio una favola... a british tale, ecco. Gli scones sono perfetti davvero, erano buonissimi, la marmellata ci stava benissimo, sono stata soddisfatta... te li consiglio..farai un figurone=)

      Buon we bella,
      M.

      Elimina
  3. sono molto gradevoli, complimenti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Guenther...mi fa molto piacere tu sia passato=)

      grazie mille, ti aspetto ancora=)

      ti auguro un buon fine settimana,
      m.

      Elimina
    2. e grazie per esserti aggiunto=)
      a presto =))

      Elimina